Prolungare il tempo dei programmi Trial senza farli mai scadere

Tempo fa vi ho sintetizzato la differenza tra programmi Freeware, Shareware e Trial. La particolarità di quest’ultima tipologia è di porsi una data di scadenza oltre la quale si blocca. Il periodo di prova deve dunque servire a testare il programma. Nella vita pratica però, capita sovente d’installare programmi e dimenticarsi della loro esistenza. Il giorno in cui si vuole utilizzarli non si è più in grado farlo perché purtroppo sono scaduti i giorni datici a disposizione. Conseguenza: non abbiamo modo di capire se quel software potrebbe far al caso nostro poiché le successive re installazioni non permettono di resettare il tempo. Tuttavia se riuscissimo a “bloccare” il tempo in qualche modo avremmo la possibilità di continuare a utilizzarli senza preoccuparci della “scadenza”. Considerando che questa situazione può sconvenire da ambo le parti [produttore e consumatore] mi sono convinto nel parlarvi di un programma di pochissimi Kb che fa proprio questo.

In passato esistevano vari modi per alterare programmi Trial a tempo con grossi inconvenienti. Cambio della data nel bios e/o del sistema operativo, creazione di backup come il GHOST e affini. Tutti mezzi scomodi e poco pratici. Ma oggi nulla del genere. Chi conosce un minimo Windows sa che questi programmi, non trovandosi nella condizione di connettersi a internet per controllare la loro scadenza, eseguono richieste al sistema operativo e contano i giorni alla loro morte. Proprio su questa tipologia di software, RunAsDate fa proprio questo, intercetta tutte le chiamate [API] al cuore del sistema operativo [Kernel] inerenti informazioni sul tempo [GetSystemTime, GetLocalTime, GetSystemTimeAsFileTime] modificandole a nostro piacimento.

RunAsDate

Non richiede di alcun’installazione, dll o framework aggiuntivo. Basta semplicemente copiarlo in una cartella a nostra scelta, avviarlo, scegliere il programma a cui siamo interessati, impostare i parametri interessati e creare un’icona, fine. Per i più smaliziati è possibile usarlo anche da riga di comando. RunAsDate funziona SOLO su versioni a 32Bit di Windows 2000, XP, Server 2003 e Vista. Purtroppo altri sistemi a 64bit e Dos a 16bit non sono supportati.

Note legali: a livello “purista”, questo tipo di programma viola il copyright dei software Trial, quindi potremmo dire che per questo tipo di utilizzo è a tutti gli effetti un “CRACK”. Tuttavia è altresì vero che nessuno mi può impedire, e tanto meno controllare, se cambio ad esempio la data del mio sistema operativo, cosa del tutto lecita. Utilizzate dunque RunAsDate col medesimo intento solo per i periodi in cui vi serve testare un software la ritengo una cosa al limite della legalità. Siate maturi e usate questo programma con cervello altrimenti non lamentatevi se costano tanto certi software.

28 pensieri su “Prolungare il tempo dei programmi Trial senza farli mai scadere”

  1. Interessante, ma programmi tipo Revo uninstaller che tolgono anche le chiavi di registro lasciate dai programmi farebbe funzionare nuovamente uno shareware a scadenza reinstallandolo (che tu sappia)? Ciao :)

  2. Il punto è questo: chi fa il programma mette sia chiavi di registro che file qua e la. Revo uninstall effettua una “pulizia” di ciò che riesce, in qualche modo, ad attribuire al programma che sta disinstallando. Ovvio per chi crea software shareware di creare tali file indici completamente anonimi.

    L’unico modo per riuscire a resettare un programma shareware è quello di farsi uno screenshot dei programmi e dei file prima e dopo installazione in modo da sapere realmente cosa è stato aggiunto o modificato nel sistema. Ne esistono molti programmi che funzionano in tal senso, purtroppo a pagamento. =(

  3. Molti programmi shareware tengono segno nel file NTUser.dat nella cartella documents and setings (Users in W Vista).
    Esiste un modo per leggere e modiricare quel file? Naturalmente bisogna avere 2 sistemi operativi sulla stessa machina (o usare un live cd) per accedere al file, ma poi come modificarlo?

  4. Bè nello stesso modo in cui si cracca un programma: nozioni generali di programmazione, voglia di perder tempo nel reversing engineering e un editor esadecimale.

  5. Ho effettuato una prova con RunAsDate. Il 1° giugno prossimo verificherò (ma non ho dubbi) se il programma gira ancora.
    Aggiungo solo che nella nuova mascherina c’è una riga supplementare con un quadratino, spuntato di default:`Move the time forward according to the real time`. Ho lasciato la spunta e avviato. Ciao

  6. Che voi sappiate esiste una utility per ingannare i programmi “a tempo”, ossia quelli che scadano non un giorno specifico, ma dopo “tot” minuti di utilizzo?

    Grazie

  7. @Charlie: hai provato a dare anche dei parametri? Controlla sul sito del programma per avere maggiori informazioni. Poi non è comunque detto che il programma si vada a leggere la data. Magari scrive tutto in un file criptato e non fa un controllo sull’ora di installazione ma va a decrementare il valore del file vanificando così l’ìutilizzo di runasdate. Va visto da caso a caso e debaggato il programma.

  8. Come faccio a trasformare Travilog Titanium Demo (è un programma per il calcolo strutturale) in Travilog titanium senza la demo, senza limitazioni?

  9. Gent. Sig. David Terni,

    vorrei ringraziarla per aver creato questo programma che ritengo utilissimo da far utilizzare a mio padre che è ipovedente.

    Lui utilizza un programma trial di sintesi vocale utilissimo per leggere il pc, “jaws”, ma il programma dura solo 40 minuti, e ciò naturalmente limita il suo operato già limitato dalla scarsa visione, c’è da dire che l’associazione ciechi gli mette a disposizione degli ausili gratuitamente (uno ogni sei anni), e lui, ottantenne, ha ora un videoingranditore.
    Quindi vorrei dargli la possibilità di utilizzare il programma jaws per qualche minuto in più.

    Ringraziandola anticipatamente per la chiarezza con cui ha spiegato l’utilizzo del programma, vorrei chiederle (anche se nn sono esperta )il significato della possibilità da lei specificata di eseguire il programma
    “DA RIGA DI COMANDO”.

    La saluto cordialmente
    marina

  10. Nell’aprire il programma RunAs Date, compare una nota di AVG che avvisa come esso sia infettato da un virus tipo Trojan. E’ vero?
    Grazie
    P.F.

  11. Ho usato il programma, e l’unico risultato è stato che mi ha fatto esaurire il demo. Mi mancavano altri 3 giorni e il programma mi serviva assolutamente. Come è possibile?’?? Era meglio se non lo usavo, a questo punto

  12. Buongiorno,
    ho un problema enorme,spero nel suo aiuto.
    Ho scaricato la versione trial del programma “Pinaccle Studio 15 Ultimate”,avevo gia’ quasi finito tutto il mio video delle foto (ci ho messo un infinita’) e sul piu’ bello mi dice “il programma è scaduto”,tutte le volte salvavo ma quel file si apre solo con quel programma.
    Posso recuperarlo senza pagare il programma che è 99,00€???
    Come devo fare??
    C’e’ qualche codice che mi permette di far si che il rpogramma mi funzioni anche solo pochi giorni………le chiedo aiuto….sono disperata se penso a tutto il lavoro che ho fatto su quelle foto.
    Grazie infinite

  13. @stefania: L’unico modo è pagando. Puoi provare VideoSpin della pinnacle. E’ una versione molto lite di pinnacle studio e anche quella è trial. Guarda se ti permette l’apertura del progetto e la conversione.

  14. Ciao David

    ti scrivo perchè ho trovato l articolo interessante, dovrei provare un programma trial della durata di 15 giorni, fino ad ora l ho scaricato istallato ma non attivato perchè il codice mi verrà fornito dalla softwarehouse e da quel momento ho la disponibilità per 15 giorni. Sto aspettando per avere abbastanza tempo e materiale per mettere a dura prova il software con la prospettiva di acquistarlo, il problema è che non ho poi cosi tempo da dedicargli durante il giorno e siccome richiede calcoli laboriosi in termini di tempo non vorrei correre il rischio di non concludere nessuna prova.
    a tal proposito volevo chiedere circa il tuo articolo “impostare i parametri interessati e creare un’icona, fine.” di che tipo di parametri avrei bisogno..???

  15. @cristian: va visto caso per caso, software per software. Generalmente i parametri si possono evincere dai collegamenti che il software crea in fase di installazione. In base al software potrebbe esistere una documentazione più o meno nutrita a tal proposito ma ogni software house potrebbe non averne o averne di proprie totalmente dissimili da altri software. Tieni presente che non è obbligatorio impostare dei parametri, solo se il software e l’utilizzo lo richiede.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>