Archivi categoria: Vista

Gmail presto con IMAP

Sembrerebbe, e uso il condizionale, che Gmail stia sperimentando un ulteriore servizio aggiuntivo. Fino a questo momento si poteva scaricare la posta solo tramite protocollo POP3. Sembrerebbe che Google abbia deciso di abilitare IMAP per alcuni account Gmail.

IMAP in Gmail è una grande cosa in quanto ti permette di visionare il tuo account Gmail da più mail client magari installati su più sistemi operativi diversi (Thunderbird, Windows mobile, Mail, Evolution etc) senza aver problemi di sincronizzazione in quanto, con tale protocollo attivo, la posta non viene realmente scaricata sul computer dal client col quale la leggete ma rimane sui server di google.

Ecco uno screen della configurazione ricordando che è ancora tutto in “SE” e in “Forse”, visto attualmente il numero ristretto di utenti che hanno questa funzione attiva.
Gmail_Imap

Ecco un’altra buona qualità, dopo quella delle settimane scorse sull’aumento della dimensione della casella, che ne fanno di Gmail un servizio di posta sempre un passo avanti a gli altri.

Enterprise in Google Earth

Generalmente non sono interessato nel riportare questo genere di notizie ma visto che sono un fan della della serie StarTrek [nella fatti specie TNG] non ho resistito nel citare questa cosa. A google non devono avere molto da fare… in quanto nel bel mezzo del nulla, Oceano Pacifico per la precisione, si trova l’astronave Enterprise [classe D] del noto serial televisivo. Ovviamente sono solo piante bi-dimensionali dei ponti dalla plancia al livello 42, gondole escluse =(

Enterprise D

Tramite il Blog di Google Earth è possibile scaricare il link diretto. All’inizio vi consiglio di disattivare la visualizzazione di molti ponti e una volta caricati i primi attivarne due o 3 alla volta in quanto il loro caricamento è molto pesante
E’ interessante notare le chicche che google ci offre. Poco tempo fa venne fuori il simulatore di volo e “l’osservazione degli astri”, oggi StarTrek e domani?

Adesso scusate… ho una nave spaziale da ispezionare.

Hacker sfruttano vulnerabilita’ di Google per carpire informazioni riservate

gmailLa notizia è un po vecchia, internet parlando, ma mi piace riportarla per sottolineare una cosa che nel Web2.0 viene data per scontata o sottovalutata: Mai usare servizi on-line per mettere i propri dati personali quali password, immagini, file personali etc.

Perchè dico questo? Da una settimana e più Google, colui che offre gratuitamente tutta una serie di servizi on-line che spaziano dalla posta [G-mail] fino alla pubblicazioni di immagini [Picasa] e siti internet [Blogspot] è stata oggetta di attachi Hacker che hanno portato alla luce una decine di falle nei vari sistemi e che permetterebbero a malintenzionati di carpire i vostri segreti. Attualmente il grande G sembra non aver ancor risolto queste falle di sicurezza e ha detta dei più, vista l’enormità dei sistemi coinvolti, la situazione “poco sicura” potrebbe prolungarsi fino a tempo indeterminato.

Ecco da qui la mia asserzione iniziale: Mai usare servizi on-line per mettere i propri dati personali quali password, immagini, file personali etc.
Sta diventando un po per moda, un po per “praticità”, usare molto servizi on-line in pieno stile e mentalità Web2.0 Tuttavia bisogna sempre domandarci: ma se c’è qualcun altro che gestisce al posto nostro i nostri “affari” personali cosa accade quando egli farà un errore? Siamo davvero disposti a correre tale rischio visto che a noi italiani piace tanto la “privacy”?

Scaricare dai server Microsoft sul proprio computer Windows Vista senza pagare

Con l’uscita di Windows Vista la Microsoft ha tirato su un negozio on-line dal nome Windows Marketplace in grado di poter scaricare il Vista, Office2007 e moltissimi altri programmi e add-ons per sistemi Microsoft. Il download dei software deve avvenire solo dopo aver pagato ed essersi autenticati tramite la procedura del Digital Locker. Tuttavia la Digital River, uno dei partner di Vista, che hosta suddetti file, non ha protetto bene i suoi server e attualmente chiunque si può scaricare tutte le versioni del Sistema Operativo. Per crearsi un DVD col nuovo sistema operativo della Microsoft è facilissimo. Basta scaricarsi 3 file che creano l’immagine ISO pronta per essere masterizzata.
I tre file si chiamano

  • boot.wim (116 MB):

    http://msft-dnl.digitalrivercontent.net/[rimosso]/Vista_WIM/i386/boot.wim

  • install-wim (2.24 GB):

    http://msft-dnl.digitalrivercontent.net/[rimosso]/Vista_WIM/i386/install.wim

  • X13-49120.exe (73.7 MB):

    http://msft-dnl.digitalrivercontent.net/[rimosso]/X13-49120/X13-49120.exe

Ovviamente mi sono riguardato bene dall’inserire la URL corretta. Ma basta fare una googlolata per trovare tutto, compresa la procedura corretta per la creazione del DVD ricordandovi che quanto state per andare a compiere è un’azione illegale.

Un’altro scivolone per Microsoft in fatto di sicurezza.

Sincronizzare segnalibri di Firefox su più computer

Essendo uno smanettone ho più computer: un fisso Windows, un portatile Mac e un server GNU/Linux. Se ci aggiungi anche una penna usb con programmi che non necessitano di installazione capite bene che ho la necessità di usare un metodo per gestire queste risorse senza perdermi nulla.

La cosa che maggirmente necessito, è la presenza di un punto comune a tutti i computer per poter reperire i miei siti preferiti. Non volendomi affidare ad uno dei mille siti in filosofia Web2.0 di condivisione delle informazioni sono venuto a conoscenza che tramite il mio account GMAIL posso fare quello che mi sono prefissato e molto altro.

Gli ingredienti sono dunque un account di posta Gmail e il Browser Firefox. Andando a questa pagina ed installando il plug-in è possibile tramite pochi click avere i propri siti preferiti sempre a portata di mano.

Una volta riavviato il browser ci appare una schermata. Se è la prima volta che accediamo a tale opzione dobbiamo seguire tutte le procedure guidate passando per l’opzione Standard se non sappiamo quello che stiamo facendo. Inseriamo l’username e la password del vostro account gmail. Fatto questo impostiamo una password aggiuntiva per poter accedere a tale risorsa. Tutte le successive configurazioni su altri browser richiederanno solo l’inserimento degli estremi di GMAIL e della password aggiunta da voi scelta in precedenza.

Google SyncSincronizziamo, si ma cosa? Se andiamo su Strumenti e cerchiamo la voce Google Browser Sync, se ci dirigiamo alla sezione Sync settings possiamo scegliere cosa condividere sempre e comunque. Selezionate le voci che desidetate e premete ok. Dopo qualche istante, il tempo varia in base a quanto volete condividere, avrete tutto condiviso.