MBR danneggiato: capire le cause e come ripararlo

Le cause sono molte. Dal propblema software all’hardware più o meno risolvibili ma concludendo capiremo che la casistica è molto ampia.

Quando una parte dell’MBR è mancante o danneggiata, la macchina potrebbe non avviarsi e potrebbe apparire un tipico messaggio di errore noto agli utilizzatori di Windows come: ntldr is missing.

ntldr-missing

Potrebbe non essere l’unica spiegazione, nel bios è settata una lista, in ordine di utilizzo, di cosa far avviare per primo. Se selezionato come “First Boot” una partizione senza sistema operativo o nell’elenco appare una partizione senza sistema operativo ecco che appare la schermata. Come si risolve in questo caso prima di pensare alla cospirazione? Prima di tutto accediamo al bios [controlliamo il manuale del computer o il tecnico di fiducia] e controlliamo questo elenco e rimettiamo le cose nel giusto ordine.

bios-first-boot

Effettivamente il first boot nel bios era modificato e ora funziona ma dopo un po di tempo il problema si ripresenta, come mai? Le motivazioni sono molteplici: o c’è stato uno sbalzo di tensione e un hard disk non ha ricevuto alimentazione, perchè difettoso o il cavetto di alimentazione fa poco contatto, e il bios ha ricreato una nuova lista senza l’hard disk oppure la batteria del computer che tiene memorizzate queste informazioni si sta scaricando e deve essere sostituita. Se si tratta di un portatile occhio a quello che fate.

bios-battery

Niente da fare, il bios è ok quindi? Quindi le cose si complicano e possono spaziare da danni all’hard disk fino ai virus. Essendo l’MBR contenuto nell’hd, se questo è danneggiato, e lo è proprio la parte che contiene il Master Boot Record, allora ecco una possibile spiegazione. Per controllare se uno o più Hard Disk fossero danneggiati consiglio l’uso di questo software gratuito chiamato SeaTool e funziona con tutti gli hard disk, non solo della SeaGate.
Permette di effettuare diverse tipologie di test e consiglio di non limitarsi al semplice test veloce. Dobbiamo esser sicuri che effettivamente non vi siano problemi in questo componente.

seatools-1

Anche tutti gli hard disk sono funzionanti, che si fa? C’è da segnalare che esistono virus in grado di modificare l’MBR. Molti, a dir il vero, sono reali sono a livello teorico in laboratorio ma pochi invece non demordono e non tutti gli antivirus sono in grado di rivelarli o rimuoverli efficacemente perché tali virus fanno parte della categoria dei RootKit, quelli più difficili da individuare e rimuovere.

Per sapere come si fa per eliminare i virus dal MBR seguire questa guida.

Se neanche questa strada ha avuto successo allora il mistero si infittisce e trovare il responsabile diventa una cosa lunga ed estenuante. Per esperienza personale posso dire che alle volte sostituendo l’alimentatore, nei fissi, ho risolto ma per maggiori info vi consiglio comunque di contattare il vostro tecnico di fiducia.

Ripristinare il MBR

  • Se abbiamo il sentore che ci sia qualcosa che non va o vogliamo eliminare ad esempio rimasugli di Unix allora possiamo scaricare ed eseguire questo programma.
  • Se si possiede un CD di installazione di WindowsXP allora la cosa è veramente molto semplice. Inseriamo il CD e avviamo la procedura guidata per l’installazione. Facciamo attenzione a quando ci chiede se vogliamo ripristinare con la console e scegliamola come alternativa all’installazione. Inseriamo la partizione e l’eventuale password se inserita altrimenti basta premere invio. Scriviamo
    fixboot (premere invio)
    fixmbr (premere invio)

    Maggiori info le trovate qui

    Riavviate togliendo il CD di Windows.

  • Si possiede il DVD di Vista: basta seguire questa guida
  • Alcune marche di computer, per lo più nei portatili, per far risparmiare all’utente un po sul costo del computer installano una versione modificata di Windows. Quando si vuole reinstallare un sistema pulito vengono forniti CD/DVD di ripristino o vanno creati quando il sistema è funzionante. Questi DVD però reinstallano il sistema senza alcun tipo di programma di manutenzione. Quindi per il tecnico sono completamente inutili. Per aggirare l’ostacolo ecco che viene in soccorso Recovery Disk fatto dalla NeoSmart dove però c’è da scaricare tramite torrent. Qui trovate come scaricare i torrent e qui i file da scaricare. Inoltre anche qui trovate il modo per masterizzare i file ISO.
  • Possiedo il DVD originale di Vista che NON è un Recovery Disk: basta seguire questa guida offerta dalla Microsoft stessa.